Bilanci, rating ed altre informazioni possono risultare ingannevoli.

Quante volte le aziende si rivolgono alle banche, ai sistemi informatici o alle Camere di Commercio per ottenere informazioni sui loro potenziali clienti?
Il risultato è quantomeno insoddisfacente. Se da un lato è facile individuare quelli che sul mercato risultano essere dei cronici e consolidati malpagatori, dall’altro risulta essere ben più difficile quando le aziende, pur avendo ottimo rating, ottime referenze bancarie e trovandosi in una posizione di forza, decidono di pagare se e come quando la cosa loro garba. Esperienze lavorative di chi scrive, hanno indotto a definire l'unico parametro importante nella scelta e valutazione del cliente : paga o non paga!

Del resto a cosa serve che il tuo cliente abbia un buon rating se poi al momento del pagamento non è puntuale o peggio ancora, approfittando delle tue debolezze finanziarie o della particolare situazione di mercato, tenta di ottenere ulteriori sconti su contratti già perfezionati o comunque si comporta in maniera non etica?

Difatti potremmo definire l'affidabilità delle aziende solo attraverso un parametro: l'etica nei pagamenti.

Quell'azienda è etica (corretta) e quale non lo è (malpagatore)?

Malpagatori!

Non ci sono vie di mezzo.

Ritardare o posticipare il pagamento di beni e/o servizi può comportare un grave danno soprattutto a quelle aziende fornitrici con debiti verso gli istituti bancari.

Molti malpagatori, approfittano di queste ultime per ottenere condizioni di acquisto che sono paragonabili all'usura nel campo finanziario.

L'idea

L'idea di creare un database di MALPAGATORI o BAD PAYERS fondata sulle informazioni fornite direttamente dalle aziende non è nuova.
Ma come fare ad essere certi che chi fornisce l'informazione sia identificato ?
Ci siamo avvalsi della PEC o Posta Elettronica Certificata.
Il sistema prevede l'accesso alla form di compilazione tramite una Password rilasciata alla PEC del richiedente.
Ciò consente di evitare pareri ed indicazioni fuorvianti e fatte a solo scopo diffamatorio e di alterare la correttezza della definizione di MALPAGATORE.

Cosa vuol dire MALPAGATORE

MALPAGATORE è:

  • Colui che non paga
  • Colui che non paga in parte
  • Colui che si avvale di strumenti legali per non pagare in tutto o in parte
  • Colui che precostituisce fatti tesi a contestare il debito per conseguire comunque una riduzione del debito totale o parziale
  • Colui che fa delle dilazioni e ritardi la sua sistematica metodologia
  • Colui che riesce a creare un danno al proprio fornitore per mancanza di etica e violazioni contrattuali
  • Colui che per altri motivi possa essere da voi ritenuto un malpagatore

Cosa Facciamo

Noi mettiamo a disposizione questa piattaforma a tutte quelle aziende e professionisti che, nel corso del loro operato, si sono imbattute in situazioni che hanno generato la consapevolezza di aver a che fare con un MALPAGATORE.

L'azienda dovrà inviare un messaggio di posta elettronica dalla propria PEC (Posta Elettronica Certificata) alla PEC dedicata al portale.

Noi provvederemo ad inviare loro un messaggio di posta elettronica, sempre tramite PEC, contenente un link al portale, dove sarà possibile definire una password per effettuare il Log In.

Dopo il Log In sarà possibile compilare la form sull'etica nei pagamenti di una specifica azienda.

Per maggiori informazioni vedere Come Funziona.

Il sistema si limita a rendere disponibile, da parte dell'utente iscritto tramite PEC, l'inserimento della PEC del malpagatore.
Ogni utente ha a disposizione un solo voto per singolo malpagatore.
Si forma così un database di malpagatori segnalati.
E' resa quindi disponibile a chiunque la RICERCA per PEC all'interno del database.
Il risultato è il numero di voti raccolti dal malpagatore